Tombino killer a Pescara: al via i controlli in attesa dell’inchiesta

Tombino killer a Pescara: al via i controlli in attesa dell’inchiesta, da ieri pomeriggio tecnici di Enel Sole stanno controllando tutti i quadri elettrici della pubblica illuminazione.

In parte sarebbe come intervenire quando la frittata é fatta, ma l’importante che s’intervenga, alla luce di quanto accaduto martedì sera sul Lungomare all’altezza del Parco De Riseis. Lo ha preteso con forza l’amministrazione comunale di Pescara, in particolare il vice sindaco Blasioli che ha parlato di episodio gravissimo e che non dovrà più ripetersi:

“Al di là della vicinanza ai proprietari del cane rimasto folgorato e al ragazzo rimasto ferito – ci dice il vice sindaco – non é concepibile che l’immagine di questa città venga mortificata in questo modo e che la sicurezza dei pescaresi e dei tanti turisti che in questi giorni si stanno godendo le vacanze venga minacciata da simili imperizie. Già da ieri pomeriggio ho preteso, tramite Pescara Energia, che i tecnici di Enel Sole, l’azienda che si é aggiudicata l’appalto per la gestione dell’illuminazione pubblica, svolgessero una capillare attività di controllo su tutti i quadri elettrici presenti sul territorio comunale, ed inoltre andremo fino in fondo per individuare i responsabili di questo increscioso evento che avrebbe potuto avere conseguenze ancora più tragiche.”

Polemiche anche per il tempo intercorso tra il primo episodio, il ferimento dell’uomo di 34 anni ed il secondo, il povero cane rimasto folgorato, si sarebbe dovuto intervenire immediatamente:

“Anche su questo ho effettuato tutte le verifiche ed il Comando della Polizia Municipale mi ha girato il report che parla di una distanza di circa 15 minuti tra la prima chiamata, effettuata per altro da un agente presente sul posto, e la seconda. Un tempo evidentemente troppo breve per consentire ai tecnici di isolare la zona.”

per quanto riguarda, invece, l’istituzione di una commissione d’inchiesta la cui richiesta sarà formalizzata domani mattina dal gruppo consiliare di Forza Italia, Blasioli si dice ben favorevole:

“Questo mi fa piacere – sottolinea Marcello Antonelli capogruppo di Forza Italia – anche perché fino a ieri sembrava più orientato verso la definizione di un episodio imponderabile. L’importanza di questa commissione é anche legata all’opportunità – spiega Antonelli – di non creare l’equivoco dell’indagato che svolge le indagini, chiamiamo gli ordini professionali competenti e ci facciamo indicare due figure che possano rappresentare garanzia d’imparzialità.”

La nota del Vicesindaco Antonio Blasioli inviata al Presidente di Pescara Energia, Tonelli, sui controlli richiesti in merito alle centraline dopo l’incidente del 15 agosto:

“Faccio seguito alle telefonate intercorse dopo l’increscioso episodio accaduto la sera del 15 agosto sul lungomare di Pescara per ringraziarla di essersi adoperato con la consueta tempestività per richiedere a Enel Sole il controllo dei 250 quadri presenti sulla nostra città e dei relativi differenziali. Le chiedo di aggiornarmi quotidianamente su come procedono le verifiche, con un verbale finale che ne attesti il funzionamento.

Credo sia fondamentale comprendere al più presto non solo per quanto accaduto, ma soprattutto per il futuro, le ragioni per cui il differenziale non è entrato in funzione. Credo che fare chiarezza sia oltremodo utile a garantire alla nostra cittadinanza, sensibilmente toccata dai fatti, una maggiore sicurezza e tranquillità per il futuro. Proprio per questo le chiedo se è possibile prevedere con Enel Sole una sorta di certificazione di qualità, magari da apporre anche visivamente sulle centraline, che testimoni con data certa i pannelli che sono stati controllati.

Le chiedo inoltre di verificare, ma sono certo che Lei lo sta già facendo, il puntuale rispetto da parte di Enel Sole di tutti gli obblighi contrattuali di cui al capitolato sottoscritto ed in special modo quelli relativi al controllo degli impianti e delle linee. Ritengo che di sicuro quanto accaduto debba essere accertato, ma debbano essere accertati i responsabili affinchè la sicurezza della cittadinanza e l’immagine della nostra città in un’estate che sta trascorrendo senza particolari criticità sia preservata e tutelata. Nel restare in attesa di riscontri settimanali sulle operazioni e sui controlli messi in campo, le porgo distinti saluti”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

1 Commento su "Tombino killer a Pescara: al via i controlli in attesa dell’inchiesta"

  1. david celiborti | 18/08/2017 di 09:44 | Rispondi

    Oggi i ponti crollano, i tombini emettono scariche elettriche! Ma ci sono le manutenzioni periodiche o i tecnici manutentori non sono in grado di evitare inconvvenienti spiacevoli e mortale(un povero cane è rimasto folgorato e due persone ferite!)? Complimenti all’Enel-l’energìa-che-ti-ascolta, sì …..in punto di morte! Asini! Imparate il mestiere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*