Tolta ai genitori la ragazzina con pidocchi a Teramo

tribunale-minori

Il tribunale dei minori de L’Aquila sospende la patria potestà ai genitori della ragazzina di Teramo trovata sporca e con pidocchi.

E’ stata sospesa la potestà genitoriale a padre e madre della ragazzina teramana di 16 anni che, la scorsa estate, è stata trovata dai carabinieri sporca e piena di pidocchi in un alloggio popolare di Teramo. La ragazzina, ricoverata per diverse settimane all’ospedale “ Mazzini”,  è stata dimessa ed affidata ad una casa famiglia. I carabinieri hanno rimesso una relazione investigativa al tribunale dei minori dell’Aquila che ha già iscritto nel registro degli indagati i due genitori, separati da anni. Sono stati i vicini di casa della madre, con la quale la minorenne viveva, a chiedere l’intervento dell’Arma a fine luglio scorso. Sono stati proprio i militari a fare l’inquietante scoperta. Per ora la potestà genitoriale è stata sospesa ma non revocata.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Tolta ai genitori la ragazzina con pidocchi a Teramo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*