Teschi ed ossa a Punta Aderci di Vasto

riserva-punta-aderci-vastoriserva-punta-aderci-vasto

Riaffiorano teschi ed ossa a Punta Aderci di Vasto. Sulla spiaggia della riserva trovato un cimitero dimenticato.

Riemergono scheletri umani sulla spiaggia della riserva naturale di Punta Aderci a Vasto. La scoperta è stata fatta da cittadini che stavano passeggiando sull’arenile. Dalla frana del 17 marzo del 2006 nella città adriatica, oltre all’orografia della zona, ci sono stati cambiamenti nell’area del costone franato dove,  secondo quanto riferiscono gli  esperti, nel 1800 venivano seppelliti coloro che morivano uccisi dal tifo, una malattia terribile che due secoli fa ha mietuto migliaia di vittime. Secondo l’architetto Francesco Paolo D’Adamo, l’area archeologica dovrebbe essere recuperata e valorizzata, sia per garantire una documentazione storica ma anche a fini turistici ,visto che la città del Vasto, soprattutto nel periodo estivo, richiama numerosi turisti provenienti sia da diverse regioni italiane che dall’estero.

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Teschi ed ossa a Punta Aderci di Vasto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*