Terzo Traforo Gran Sasso, Lolli: “La priorità è l’acqua”

Il presidente vicario della Regione Abruzzo Giovanni Lolli ribadisce al Tg8 la contrarietà alla realizzazione di una nuova galleria del Gran Sasso, come proposto nel progetto della società Strada dei Parchi con il placet del Mit, ed afferma che la priorità resta l’acqua e quindi la salvaguardia della salute dei cittadini.

La Regione, spiega il presidente vicario Giovanni Lolli, aveva espresso la sua contrarietà alla proposta di Strada dei Parchi, la società concessionaria delle autostrade A24 e A25 e, come richiesto dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, aveva presentato una bozza di delibera in cui si elencavano dettagliatamente gli interventi necessari per la messa in sicurezza dell’acquifero.

Strada dei Parchi Spa ha presentato diverse opzioni d’intervento sostenendo quella che prevede lo scavo di un terzo traforo che- spiega il presidente Lolli ” Non è una priorità ma lo è l’acqua e la salute dei cittadini; basti ricordare la dispersione di diclorometano di un solvente utilizzato per molti processi chimici, avvenuta nell’estate del 2016, che ha posto il problema delle sicurezza dei laboratori dell’Istituto nazionale di Fisica Nucleare”.

Il servizio del Tg8

 

Sii il primo a commentare su "Terzo Traforo Gran Sasso, Lolli: “La priorità è l’acqua”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*