Terremoto nell’aquilano: scossa di magnitudo 3.4

sismografo-terremoto-scossa-scosse_650x447

Una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata oggi nell’aquilano tra Campotosto, Capitignano e Montereale.

I sismografi dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia oggi pomeriggio  hanno registrato, intorno alle 15:20,, una nuova scossa di terremoto nell’aquilano. Precisamente a circa 23 km a nord de L’Aquila  a una profondità di 12 km. L’epicentro è stato localizzato  nell’aquilano a 3 km da Campotosto, 5 km da Capitignano, 8 km da Montereale e in provincia di Rieti a 10 km da Amatrice. La scossa è stata distintamente avvertita dalla popolazione anche a L’Aquila città.

Emergenza sisma, attive otto aree di accoglienza:

Il Centro Operativo comunale (Coc) rende noto che sono attive otto aree di accoglienza. Si tratta di Murata Gigotti di Coppito, il Centro Anziani di Civita di Bagno ,il Circolo Sant’Anna di Preturo, l’ex Centro Caritas di Preturo, l’area di Camarda, la Pro Loco Roio, vicino Progetto Case Roio 1, l’ex Centro Caritas di Sassa, l’area civica di Menzano di Preturo. Il Coc consiglia,per chi volesse usufruire di tali aree, di dotarsi di coperte e viveri.

Senatrice Pezzopane su Emendamenti ” pacchetto Abruzzo” ammissibili:

La senatrice abruzzese del Pd Stefania Pezzopane fa sapere intanto che “Gli emendamenti del ‘pacchetto Abruzzo’, che ho presentato al decreto milleproroghe 244/2016, sono stati dichiarati ammissibili. Da martedì comincerà dunque l’esame nella commissione Bilancio e Affari costituzionali del Senato. Si tratta di emendamenti molto importanti – continua Pezzopane – per i quali combatterò la mia battaglia. Il primo riguarda la proroga della possibilità per le amministrazioni colpite dal terremoto di usufruire dell’assistenza tecnica qualificata. Il secondo emendamento riguarda la proroga, a tutto il 2018, dell’esenzione per i Comuni del Cratere di contribuire al fondo di solidarietà obbligatorio. Il terzo riguarda la proroga, a tutto il 2018, dei contratti dei precari impiegati nelle attività di ricostruzione dalle amministrazioni terremotate, Comune dell’Aquila e comuni del cratere 2009. Per ogni emendamento abbiamo previsto l’adeguata copertura finanziaria. Ora si tratta di entrare nel vivo della battaglia politico-parlamentare per farli approvare e io come al solito  ci sarò”.

Sii il primo a commentare su "Terremoto nell’aquilano: scossa di magnitudo 3.4"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*