Terremoto: Integro palazzo ristrutturato da un aquilano

terremoto-amatrice

Terremoto: Integro palazzo ristrutturato da un aquilano ad Accumoli, si tratta di uno stabile che risale al ‘500 e che é stato oggetto di lavori di messa in sicurezza da un’impresa di costruzioni de L’Aquila.

Dove la quasi totalita’ degli stabili e’ stata seriamente danneggiata o ridotta in macerie, nella frazione Fonte del Campo di Accumuli c’e’ un palazzo del Cinquecento rimasto totalmente integro, uno dei pochi se non l’unico.  A salvaguardare il palazzo sono stati i lavori di ristrutturazione antisismica dell’impresa “Aldo Del Beato & C Srl”,  tra il 1993 e il 1994. In particolare, i lavori, fatti evidentemente in tempi non sospetti, sono stati rivolti al riconsolidamento di tutti i muri, alla ricostruzione dei solai, al rinforzo delle volte e alla costruzione del cosiddetto “muro di spina”, oltre al rifacimento dei cordoli superiori in muratura.

“Se gli edifici presentano un buono stato di manutenzione e sono oggetto di interventi anche locali ma ben congegnati – commenta l’ingegnere Marco Del Beato – qualsiasi abitazione puo’ reggere anche ad una forte scossa. Ovviamente, l’importante, poi, e’ uscire integri da casa”.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Terremoto: Integro palazzo ristrutturato da un aquilano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*