Teramo, una “rete” contro la violenza

Presentata a Teramo la campagna informativa sulle attività della “rete” provinciale per la prevenzione ed il contrasto della violenza.

Iniziativa che attua l’evento promosso un anno fa dal Prefetto di Teramo Graziella Patrizi e approvata dal Ministero dell’Interno. L’obiettivo è quello di rendere note le attività sinergiche svolte dalla rete provinciale (Prefettura, Autorità Giudiziarie, Università degli Studi di Teramo, Forze dell’Ordine, Ufficio Scolastico Provinciale, ASL, Provincia, Comuni, Commissione per le Pari Opportunità e Centri Antiviolenza) alla quale chiunque può rivolgersi per prevenire e contrastare la violenza nelle sue varie forme (di genere, intrafamiliare, assistita, atti persecutori) e per usufruire di interventi di sostegno alle vittime di reato, nonché di recupero dei soggetti maltrattanti. Si tratta di attività che, nel rispetto delle competenze dei soggetti coinvolti, costituiscono nel contempo spirito e finalità posti a base dell’intesa collaborativa sottoscritta: accogliere, tutelare, assistere, recuperare, educare, informare, sensibilizzare, formare, divulgare. Il programma informativo, elaborato in Prefettura in sede di “cabina di regia” e realizzato in collaborazione con la Provincia, prevede la capillare diffusione sul territorio delle locandine recanti un messaggio semplice ed immediato, con indicazione di tutti i soggetti ai quali ci si può rivolgere.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Teramo, una “rete” contro la violenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*