Teramo, un dossier per il commissario

Verrà consegnato nei prossimi giorni nelle mani del commissario del Comune di Teramo Luigi Pizzi, dagli esponenti di Abruzzo Civico, un dossier per illustrare le principali criticità della città.

Un modo anche per presentare un quadro completo della situazione teramana e soprattutto per cercare di intervenire a stretto giro negli argomenti più delicati lasciati in ballo dalla vecchia Amministrazione comunale.  Queste sono alcune delle priorità elencate dagli esponenti di Abruzzo Civico Teramo che saranno raccolte nel dossier e consegnate nelle mani del Commissario la prossima settimana: In particolare si parla della difficile situazione nella quale versa la cooperativa sociale Tercoop, dei lavori di rifacimento di corso San Giorgio, delle esigenze abitative che emergono dalla gestione post terremoto, della delocalizzazione della centrale Enel del quartiere Cona e della situazione della Team.

Gianluca Pomante spiega che “Non c’è alcun senso di compiacimento per la caduta di Brucchi. Si è trattato di un triste epilogo per la città e possiamo solo ribadire che l’avevamo previsto. Ora ci aspettano diversi mesi di commissariamento e ci auguriamo che siano mesi non solo di transizione ma di lavoro per frenare il declino in atto con tutte le azioni possibili: per questo abbiamo predisposto un dossier con alcune delle priorità e criticità maggiori che consegneremo al Commissario la prossima settimana. Siamo certi che il dott. Pizzi farà un ottimo lavoro, la città ha bisogno di una immediata iniezione di fiducia che solo l’attività del Commissario può dare in questo momento, avendo poteri ben superiori a quelli dell’amministrazione senza condizionamenti politici”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Teramo, un dossier per il commissario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*