Teramo, tutti contro lo spostamento delle scuole dalla Cona

A partire da mercoledì 28 novembre gli studenti delle scuole superiori del Pascal-Comi-Forti hanno proclamato l’ autogestione.

Il provvedimento è stato assunto per opporsi all’ipotesi di trasferimento dal prossimo anno scolastico nell’attuale sede del liceo Scientifico Einstein, situazione che porterebbe ad una sorta di polo tecnico-professionale in cui ricomprendere anche Ipsia Marino e Iti Alessandrini. Una forma di protesta degli studenti che andrà avanti per almeno una settimana, con assemblee e dibattiti sulla questione, cui seguirà, tra giovedì e venerdì anche un corteo con destinazione sede della Provincia, in via Milli, dove far sentire la propria voce. Inoltre in mattinata una delegazione di studenti ha consegnato al presidente Diego Di Bonaventura una lettera con le ragioni della contrarietà all’ipotesi di spostamento altrove dei due istituti scolastici e dei tre indirizzi formativi. Un ridimensionamento scolastico che non piace assolutamente anche al Presidente del comitato di Quartiere Cona Domenico Bucciarelli aveva da subito sollevato l’inadeguatezza di una ipotesi simile, che significherebbe depauperare ancor più e condannare all’oblìo un quartiere come quello della Cona già duramente colpito dal sisma e dallo spopolamento conseguente.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Teramo, tutti contro lo spostamento delle scuole dalla Cona"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*