Teramo, Tancredi il perché del mio “si” al Rosatellum

Il Rosatellum bis incassa il via libera definitivo al Senato e diventa legge dello Stato. Parla il deputato di AP Paolo Tancredi

I sì sono stati 214, 61 i no e 2 astensioni.  La legge è stata approvata con l’appoggio del Partito Democratico, Forza Italia, Lega e Alternativa Popolare e fortemente osteggiata dal Movimento 5 Stelle e dalle sinistre. Ora il testo è passato nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che dovrà firmarlo per la promulgazione. Il cosiddetto Rosatellum bis prevede un sistema misto proporzionale e maggioritario, in cui un terzo di deputati e senatori è eletto in collegi uninominali e i restanti due terzi sono eletti con un sistema proporzionale di lista.

Sulla nuova legge elettorale il deputato teramano di Alternativa Popolare Paolo Tancredi ha dichiarato: “Credo che sia la soluzione migliore possibile trovata in questo momento,  dovuta alla forte divisione politica. Il voto al Senato di ieri sigilla una maggioranza che conferisce autorevolezza a questa legge e che sicuramente rappresenta un importante passo in avanti rispetto alla vecchia legge elettorale.”

LE DICHIARAZIONI DI TANCREDI:

 

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, Tancredi il perché del mio “si” al Rosatellum"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*