Teramo, sono circa 80 le chiese danneggiate

Sono circa 80, ad oggi su 474, le chiese della Curia di Teramo-Atri danneggiate dal sisma dal 24 Agosto.

Tra quelle danneggiate in molti casi si tratta anche di chiese totalmente inagibili perché già lesionate dal terremoto del 2009 e mai ristrutturate. Una situazione difficile, in quanto ci sono luoghi di culto, soprattutto nei piccoli centri, a causa delle lesioni e dove al momento non si è potuto intervenire neanche per la loro messa in sicurezza. Molti i disagi ai fedeli soprattutto delle piccole comunità. A Teramo l’esempio più eclatante è senza ombra di dubbio la chiesa di San Giuseppe chiusa da anni  il cui rischio crollo è molto alto. Sulla vicenda dei danneggiamenti al patrimonio ecclesiastico è intervenuto il Vescovo di Teramo Monsignor Michele Seccia che sta lavorando per cercare di trovare soluzioni a questa situazione.

Guarda il Servizio del Tg8:

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, sono circa 80 le chiese danneggiate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*