Teramo sfollati ma il Cas non viene pagato

Sono mesi che a Teramo a causa dei cavilli burocratici e mancanza di  personale negli uffici tecnici, si stanno accumulando problemi tra gli oltre 4.000 sfollati per i ritardi sull’erogazione dell’autonoma sistemazione.

Per questo motivo  domani alle 18:30 sotto le palazzine Ater di  via longo è stato organizzato da parte del Centro Politico Sandro Santacroce, insieme all’USB e l’Assemblea Lotta per la Casa, un incontro pubblico per far partire dal basso una mobilitazione popolare al fine di accelerare i tempi di pagamento dei suddetti contributi e per rendere partecipi ogni singolo sfollato al progetto di ricostruzione del proprio stabile visto che ad oggi i lavori sulle palazzine Ater sembrerebbero ancora del tutto fermi.

“Abbiamo deciso di organizzare la suddetta iniziativa in via Longo così da inserire nella discussione anche la spinosa decisione della mobilità volontaria proposta dal comune agli inquilini di questo quartiere. Il nostro impegno è a 360 gradi sulla vertenza casa nel suo complesso, chiediamo a tutte le persone sfollati e non che come noi non vogliono arrendersi, di partecipare e lottare.”

Sii il primo a commentare su "Teramo sfollati ma il Cas non viene pagato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*