Teramo, sfollati e lavori fermi al palo

A Teramo la maggior parte degli sfollati, oltre 5000,  causati del tragico eventi di un anno fa, sono residenti delle palazzine Ater,

palazzine su cui ancora oggi non sono iniziati i lavori di adeguamento sismico lasciando nel limbo migliaia di persone. Interventi che inizialmente erano stati annunciati per l’immediato ma poi purtroppo a causa della mancanza di fondi in primis  e della burocrazia poi, non sono ancora partiti, creando malumori e disagio tra i residenti.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Teramo, sfollati e lavori fermi al palo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*