Teramo, secondo caso di meningite

Un altro caso di meningite è stato riscontrato in provincia di Teramo a distanza di poco più di una settimana dal precedente, individuato a Giulianova.

Anche questa volta a essere colpito è un ragazzino di 15 anni, che vive con la famiglia a Martinsicuro. Il giovane, considerati i sintomi, è stato subito accompagnato dai genitori all’ospedale Mazzini di Teramo e le analisi hanno confermato che si tratta di meningite batterica, non da meningococco bensì da emophilus. Essendo molto meno aggressivo, il piano di profilassi messo in campo dalla direzione sanitaria della Asl di Teramo ha previsto una terapia antibiotica soltanto per i contatti più stretti, ovvero quelli familiari. Il ragazzino non corre pericolo di vita.

Sulla vicenda la Als di Teramo ricorda “l’importanza della vaccinazione antimeningococcica con vaccino tetravalente coniugato ACWY, che viene offerto attivamente e gratuitamente nella fascia di età 11 – 18 anni per la protezione degli adolescenti, come previsto dal piano della prevenzione vaccinale e relativo calendario vaccinale. Il suddetto vaccino può essere somministrato a partire dall’anno di età fino a 11 anni con partecipazione alla spesa, mentre la vaccinazione antimeningococcica C è gratuita dal tredicesimo mese di vita per i nati dal 2011 in poi. Per i nati dal 2017 vi è anche l’offerta attiva e gratuita del meningococco B a partire dal terzo mese di vita. Inoltre, nei soggetti a rischio per patologia vi è l’offerta attiva e gratuita dei vaccini antimeningococcici. Per le altre situazioni vi è la compartecipazione alla spesa”.

Sii il primo a commentare su "Teramo, secondo caso di meningite"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*