Teramo: scuole, dopo l’esposto parte una petizione

Teramo: scuole, dopo l’esposto parte una petizione. A Teramo i genitori ed in particolare le mamme del comitato spontaneo nato per sensibilizzare la sicurezza nelle scuole del teramano,hanno promosso una raccolta di firme a supporto dell’esposto presentato in Procura affinché siano i magistrati a controllare concretamente lo stato dei 31 plessi scolastici.

Forti le preoccupazioni in quanto è stato accertato che nessun edificio è in possesso del certificato antisismico dovuto per legge. La questione sicurezza scolastica è un tema particolarmente sentito , soprattutto in seguito al sisma del 24 agosto scorso ed a Teramo in particolare anche in seguito a ciò che è successo nella giornata di ieri nella scuola elementare “De Jacobis” alla Gammarana dove i bambini non sono stati fatti entrare in classe a causa di una rottura di un tubo della caldaia che ha allagato la struttura. L’acqua, ha invaso un paio di aule al primo piano, oltre all’ingresso, e all’atrio le infiltrazioni sono arrivate anche nella palestra sottostante. Immediato l’intervento degli operai comunali che hanno provveduto a sistemare il guasto causato a quanto sembra dalla rottura di un flessibile della caldaia. Problema per fortuna risolto nella giornata di ieri anche se tutti si chiedono come sia potuto accadere. Oggi intanto le lezioni sono riprese regolarmente.

Guarda il Servizio del Tg8:

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo: scuole, dopo l’esposto parte una petizione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*