Teramo, ponti insicuri chi interviene?

Dopo gli eventi tellurici torna in auge la questione relativa alla sicurezza dei ponti nella Provincia di Teramo.

Una situazione critica questo perché manca soprattutto una manutenzione costante visto che le infrastrutture risalgono prevalentemente agli anni ’60, inoltre con gli eventi atmosferici , veri e propri agenti corrosivi, le opere in cemento armato hanno da tempo iniziato a mostrare crepe e deterioramenti dovuti a stress ricevuti nel corso degli anni. A Teramo da tempo c’è l’emergenza Ponte “San Gabriele” dove le sezioni resistenti dei pilastri sono in profondo stato di degrado mettendo appunto i ferri a nudo e minandone dunque la stabilità.  Ma alla base del mancato ripristino e messa in sicurezza del ponte c’è un rimpallo di responsabilità tra l’Anas ed il Comune di Teramo su chi deve intervenire per fare i lavori di ristrutturazione.

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, ponti insicuri chi interviene?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*