Ponte San Gabriele a Teramo: la “patata bollente”

Incontro in Prefettura per la sicurezza di Ponte San Gabriele a Teramo. Appuntamento convocato dal Prefetto Graziella Patrizi alla presenza di  Comune, Anas e Protezione civile.

Il ponte, pur non presentando problemi di staticità, è tra quelli che destano maggiore preoccupazione in città, anche per la mole di traffico che sopporta ogni giorno. In ballo resta ancora la questione della titolarità della gestione,  un problema annoso che non ha mai trovato soluzione, e che si è risolto, finora, solo con un rimpallo di responsabilità che non ha permesso di mettere in atto i dovuti interventi sull’infrastruttura, la quale presenta evidenti segni di logoramento. Nell’immediato il Comune ha annunciato che sta lavorando per assegnare i lavori di rifacimento del manto stradale e per migliorare il transito pedonale con delle adeguate opere di protezione. Attualmente non esistono documenti in grado di provare che la titolarità della gestione sia passata dal Comune all’Anas e il sindaco D’Alberto vuole fare chiarezza. Un nuovo incontro tra le parti è stato fissato tra un mese circa. Il ponte, oltre ai controlli visivi, è stato esaminato in passato anche con rilievi laser-scanner.

“Il monitoraggio sul ponte continua ed è costante. L’infrastruttura ha bisogno – ha ribadito il sindaco Gianguido D’Alberto,- di manutenzione ordinaria straordinaria: in base ad una stima effettuata per metterlo in sicurezza ed adeguarlo alle recente norme antisismiche servirebbero 9 milioni di euro”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

https://www.youtube.com/watch?v=GVA7_VDrnrM

Sii il primo a commentare su "Ponte San Gabriele a Teramo: la “patata bollente”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*