Teramo, insieme per l’ex scuola di San Nicolò “Carlo Febbo”

Teramo, insieme per l’ex scuola di S.Nicolò “Carlo Febbo”. Tutte le  associazioni unite per il recupero dell’Ex Istituto Scolastico.

Il recupero della ex scuola “Carlo Febbo” di San Nicolò di Teramo è stato al centro dell’incontro organizzato su iniziativa del Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Teramo e dell’Associazione Teramo Città Solidale & Cittadinanza Attiva. Questo perché, secondo le varie associazioni interessate, la zona di San Nicolò ha estrema necessità di avere a disposizione spazi e locali pubblici per riunioni e incontri ma anche spazi per le sedi delle associazioni del territorio. Una situazione che, se approvata, permetterebbe il recupero della vecchia scuola “Carlo Febbo” che ad oggi si trova in grave stato di abbandono e di incuria nonostante negli anni sia stata al centro di promesse durante le varie campagne elettorali. L’architetto Raffaele Raiola, Presidente dell’Associazione Teramo Città Solidale & Cittadinanza Attiva, ha ripercorso l’iter amministrativo finalizzato al recupero della scuola iniziato dall’amministrazione Sperandio che ad oggi, a distanza di anni, non è stato ancora concluso mediante l’approvazione di un progetto definitivo esecutivo, tanto da portare di recente quale conseguenza la revoca del finanziamento di 551 mila euro erogato dalla Regione Abruzzo.

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, insieme per l’ex scuola di San Nicolò “Carlo Febbo”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*