Teramo, novità per Neuropsichiatria Infantile

Rinnovato e inaugurato il servizio di Neuropsichiatria Infantile della Asl, situato in uno dei plessi sanitari in contrada Casalena a Teramo.

Riqualificazione realizzata grazie all’impegno, ai contributi volontari delle donazioni, ma soprattutto alla tanta buona volontà messa giornalmente dal personale medico ed infermieristico. Percorsi colorati, casette, tappetini su cui giocare e sui muri tante tavole coloratissime realizzate dai ragazzi del Liceo Artistico, modifiche essenziali che hanno letteralmente trasformato quello che, fino a pochi mesi fa, era un luogo troppo asettico dal punto di vista degli arredi, per garantire la giusta accoglienza dei bambini e degli adolescenti che qui si rivolgono per problematiche di tutti i tipi.

Un servizio giovane, attivo da luglio 2012, e che nonostante una unità medica in meno nel 2015 ha sfoderato dati importanti: almeno 1750 bambini presi in carico, circa 700 nuove prime visite, 560 alunni diversamente abili, oltre 840 interventi nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio provinciale. Numeri importanti ma per fare fronte ai quali si registrano enormi sacrifici da parte del personale, in gran parte “a progetto”, a tempo insomma…e nonostante gli sforzi quotidiani, la lista d’attesa del servizio sfiorano i sei mesi. “Il problema del personale è preminente”, conferma il dottor Serroni auspicando presto una risoluzione da parte della Asl.

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, novità per Neuropsichiatria Infantile"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*