Teramo, no alle barriere architettoniche in città

A 7 giorni dall’esperienza fatta con i giornalisti, l’associazione “Carrozzine Determinate” questa mattina ha riproposto il tour per la città di Teramo, ma questa volta direttamente in compagnia del sindaco, degli assessori e a tutti i consiglieri comunali.

E’ stata una passeggiata importante, utile a far comprendere alle istituzioni locali le mille difficoltà che si trova ad affrontare ogni giorno un disabile, per il quale troppo spesso la città è preclusa con l’impossibilità di entrare negli uffici comunali e di altri enti, marciapiedi e scivoli inesistenti, rampe pericolose e fuori norma, negozi con gradini, bar senza bagni per disabili ed altre gravissime irregolarità. Il problema delle barriere architettoniche rigurda anche negozi e farmacie. Troppe le strade in centro senza un marciapiede protetto. Carrozzine Determinate ha chiesto e ottenuto la convocazione di un consiglio comunale ad hoc. Tra i luoghi ispezionati da “Carrozzine Determinate” oltre al Comune, dove per l’occasione è stato ripristinato l’accesso disabili, anche l’Assessorato alle politiche sociali, la Provincia , l’URP al museo, e il Provveditorato agli studi. 

Sii il primo a commentare su "Teramo, no alle barriere architettoniche in città"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*