Teramo, l’ultimo appello di Brucchi

Giovedì in consiglio ci sarà il primo test per la neo giunta Brucchi nata dagli ultimi eventi.

Un appuntamento importante ma non determinante, essenziale per capire se ci sono o meno i presupposti per portare avanti l’azione amministrativa. A Teramo sarà dunque di certo un consiglio comunale molto acceso quello in programma presso l’ipogeo. Proprio sul delicato momento della sua giunta il Sindaco Brucchi non nega le difficoltà degli ultimi mesi, ma soprattutto lancia un appello alla responsabilità di tutti i consiglieri.

Maurizio Brucchi Sindaco di Teramo “Per quanto mi riguarda la condivisione l’ho sempre cercata, poi di quello che succede nei gruppi non posso occuparmene. Ho avuto un rapporto sempre molto diretto con i consiglieri. Di riunioni di maggioranza ne abbiamo fatte tante, ma è pur vero che è il leader di una lista a prendersi la responsabilità e ad avere la delega di rappresentarla, altrimenti viene meno un intero sistema. Io i passaggi che dovevo fare li ho fatti, a me i leader dei gruppi hanno detto che si poteva fare. Di sicuro in questa seconda consigliatura si è perso più tempo a parlare degli assessori che dei problemi, e per questo rimprovero me stesso prima che gli altri. In questi giorni sicuramente incontrerò gli scontenti. Una cosa è certa: il discorso responsabilità non vale solo per la maggioranza, ma anche per chi si è chiamato fuori e coglie ogni occasione per prendere le distanze da questa amministrazione. La gestione del post-terremoto non ha colore politico e anche chi continua a fare opposizione strumentale ha le sue responsabilità e sarà chiamato dalla città a rendere conto delle sue scelte. L’onere maggiore ce l’ha la maggioranza, d’accordo, ma non è che gli altri sono esenti: troppo facile e troppo comodo”.

Sii il primo a commentare su "Teramo, l’ultimo appello di Brucchi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*