Stalking a Teramo, lasciato con due figli perseguita la ex

Carabinieri

Una difficile situazione familiare ha fatto da cornice all’ennesimo caso di stalking a Teramo.

Tutto è iniziato quando la donna, con due figli, uno dei quali nato da una precedente relazione, ha deciso di lasciare suo convivente dopo 5 anni vissuti difficilmente tra litigi continui. Lei trova il coraggio di lasciare il suo compagno ed i due figli, quando si innamora di un altro uomo un extracomunitario del Marocco. L’ex compagno resta con i due figli piccoli e non sa come gestire la situazione. La donna, malgrado le sue continue richieste, a casa con lui non vuol tornare. Inizia a perseguitarla passa sotto la sua abitazione che condivide con il Marocchino. La insulta, la minaccia via sms. Arriva persino ad organizzare una visita nella loro abitazione accompagnato da un rom. Volano insulti e parole pesanti. Urla e minacce. Lui l’ex compagno vuole almeno che la donna si riprenda il figlio avuto dal precedente matrimonio. La donna impaurita si reca dai Carabinieri e denuncia l’ex convivente per stalking. Del caso vengono interessati anche i Servizi Sociali del Comune di teramo che si attivano per sistemare il bambino avuto dal precedente matrimonio in una casa famiglia, mentre quello più piccolo viene affidato al padre ed ai nonni paterni. L’uomo ed il rom sono stati condannati entrambi a sette mesi con l’accusa di atti persecutori. La pena è stata sospesa

Sii il primo a commentare su "Stalking a Teramo, lasciato con due figli perseguita la ex"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*