Teramo, la sorpresa Di Bonaventura

Diego di Bonaventura, sindaco di Notaresco, è il nuovo presidente della Provincia di Teramo che succede a Renzo Di Sabatino.

Il rappresentante del centrodestra ha sconfitto con il 53,9% (282 voti, voto ponderato 48011) Giuseppe D’Alonzo, candidato del centrosinistra, che si è fermato al 46,1% (232 voti, voto ponderato 41 177). Di Bonaventura ha vinto in particolare con il consenso degli amministratori dei Comuni della fascia tra i 10 mila e i 30 mila abitanti, che votavano con le schede rosse, vale a dire Atri, Silvi e Martinsicuro, ma anche quelle governate dal centrosinistra come  Alba Adriatica e Roseto .

“Il primo pensiero va a Valter Catarra e alla sua famiglia perché sono entrato in Provincia e in politica per lui – ha dichiarato il neopresidente – lui sarebbe felice per me, di solito gli uomini sono gelosi e invidiosi, lui, invece era un politico sempre  felice dei successi degli altri. Il secondo pensiero è alla provincia, intesa come territorio, so che da questo momento dovrò cambiare il mio modo di pensare e di essere: non più Diego Di Bonaventura di Notaresco ma da Notaresco e attento a tutto il territorio”

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

Sii il primo a commentare su "Teramo, la sorpresa Di Bonaventura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*