Teramo, il tribunale rischia la paralisi

Il Presidente della Camera penale di Teramo, l’avvocato Gennaro Lettieri, lancia un appello a tutti gli enti provinciali affinché si trovi una soluzione alla grave condizione del tribunale teramano.

Una problematica al centro della nota inviata dall’associazione al presidente facente funzioni del tribunale Angela Di Girolamo per chiedere la costituzione di un Osservatorio sulla giustizia del tribunale. Sono infatti numerose, secondo gli avvocati, le criticità che interessano il palazzo di giustizia di Teramo e che vanno dalla carenza di giudici a quella dei cancellieri, ed in generale del personale amministrativo, alla carenze di risorse materiali come archivi adeguati. Tanto che i penalisti evidenziano persino la difficoltà, spesso, a reperire i fascicoli.

“Un Osservatorio che porti a realizzare un reciproco e ineludibile confronto tra magistratura, avvocatura e dirigenze amministrative, nella ricerca di valide e indifferibili soluzioni ai gravi problemi di carattere organizzativo che affliggono da tempo, tutti gli uffici giudiziari, in un contesto generale caratterizzato dalla carenza di risorse umane e materiali”.

Tra gli obiettivi dell’Osservatorio, di cui la camera penale chiede la costituzione, anche quello di dare “un forte impulso alla informatizzazione del processo penale e all’utilizzo delle nuove tecnologie, strumenti di supporto indispensabili alla giurisdizione”. Le questioni sul tavolo sono tante, a partire proprio dalla forte carenza di magistrati. E non va meglio per quanto riguarda i cancellieri. Molti sono andati in pensione e altri si accingono a farlo e probabilmente non verranno sostituiti, almeno non nell’immediato. Al momento, inoltre, dopo la scomparsa del presidente Iacoboni, non è ancora stato messo a bando il ruolo per il suo successore.

Il Servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Teramo, il tribunale rischia la paralisi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*