Teramo, il punto sulla fusione delle Camere di Commercio

Il presidente della Camera di Commercio di Teramo, Gloriano Lanciotti, ha voluto fare il punto della situazione per chiarire la questione relativa all’imminente fusione delle camere di commercio di Teramo e L’Aquila,

Lo ha fatto, spiegando i processi di come si è arrivati alla nascita della Camera di Commercio “Industria Artigianato e Agricoltura del Gran Sasso d’Italia”, con sede principale a L’Aquila e secondaria a Teramo. Una situazione di confusione scaturita dopo la pubblicazione dell’ultima riforma, che ha fatto nuovamente tornare in ballo la questione relativa alla sede del nuovo ente camerale.  L’unica certezza che il Presidente Lanciotti ha annunciato è che in entrambe le sedi territoriali, verranno mantenuti tutti i servizi che attualmente vengono erogati all’utenza e quindi  resterà inalterato il livello di assistenza e supporto alle imprese.

 

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, il punto sulla fusione delle Camere di Commercio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*