Teramo: Gdf sequestra 1 milione a un imprenditore

gdf

La Guardia di finanza ha sequestrato beni per 1 milione di euro ad un imprenditore di Teramo arrestato nei giorni scorsi.

La Guardia di finanza di Ascoli Piceno ha sequestrato immobili e conti correnti per un milione di euro all’imprenditore teramano di 66 anni arrestato nei giorni scorsi per bancarotta fraudolenta nell’ambito dell’operazione ‘Last day’, coordinata dalla procura ascolana. Le indagini del Nucleo di Polizia Tributaria avevano già portato al sequestro di beni aziendali e della totalità delle quote societarie di un’ impresa di abbigliamento ad Ascoli ed ora sono stati individuati due immobili, conti correnti bancari, un’autovettura di grossa cilindrata, monili d’oro e orologi di pregio che, pur essendo intestati a familiari dell’imprenditore, sarebbero riconducibili a lui. L’uomo avrebbe costituito nel tempo società di capitali fatte fallire con condotte di bancarotta fraudolenta e che avevano maturato grossi debiti nei confronti dell’Erario per imposte non versate e nei confronti dell’Inps per contributi anch’essi non versati per oltre 15 milioni di euro.

Sii il primo a commentare su "Teramo: Gdf sequestra 1 milione a un imprenditore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*