Teramo: fiori e minacce alla ex, arrestato

Un uomo di Teramo manda fiori e biglietti con minacce alla ex moglie e finisce agli arresti domiciliari. Accusato di stalking si difende dicendo che voleva solo fare pace.

Erano stati sposati per vent’anni ma il matrimonio è naufragato e un uomo di 60 anni di Teramo ha riempito di di sms e telefonate, appostamenti e fiori con biglietti pieni di minacce nei confronti della ex moglie. In uno dei biglietti ha scritto “Sono per te, attenta a quello che fai”. La donna ,dopo mesi di angherie ha presentato denuncia ed è arrivata l’ordinanza di custodia firmata dal gip del tribunale di Teramo Mauro Pacifico su richiesta del pm Greta Aloisi. Arresti domiciliari e un decreto di giudizio immediato già ottenuto dalla Procura con svariate accuse. L’uomo sostiene di non aver mai voluto far male alla sua ex compagna ma di aver soltanto tentato di fare pace con la ex . Ora la verità sarà accertato durante il processo e nel corso del dibattimento che si aprirà nelle prossime settimane. L’ennesimo a carico di un uomo accusato di stalking. Tanti, troppi che indicano che qualcosa non va nella società del terzo millennio in cui si legge spesso sui social network “è concesso tutto a tutti” oppure ” le persone sono considerate oggetti” .

 

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Teramo: fiori e minacce alla ex, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*