Teramo: continua la bufera interna alla Te.Am.

Continua la bufera interna alla Te.Am. dopo che la Procura della Repubblica di Teramo ha deciso di fare piena luce sull’affidamento di alcuni appalti .

La Procura della Repubblica di Teramo ha, infatti disposto, l’acquisizione, nella sede di via Delfico, di diversi documenti che poi andranno al vaglio del magistrato. Alla situazione molto delicata va ad aggiungersi anche la visita della Guardia di Finanza, degli ispettori Inail e dell’Ispettorato del Lavoro.

Dunque non c’è pace per la partecipata del Comune di Teramo su cui lo stesso Ente vuole fare chiarezza e soprattutto cambiare rotta.

L’inchiesta della Procura riguarderebbe anche alcune gare relative al contact center e alle buste paga, oltre alla manutenzione dei mezzi. La visita ispettiva di ieri, 10 gennaio, è un ulteriore tassello di un momento poco felice vissuto dall’azienda, anche a seguito delle polemiche sui calendari e della diffida del sindaco Gianguido D’Alberto.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Teramo: continua la bufera interna alla Te.Am."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*