Teramo, Cgil e Confindustria commentano il contratto di governo

Rendere possibile l’uscita dall’euro, togliere le sanzioni a Putin, chiedere a Draghi di cancellare 250 miliardi del debito italiano.

Sono alcuni dei punti programmatici della bozza di documento di 39 pagine, pubblicata ieri in esclusiva da HUFFPOST del contratto di governo M5S Lega, che ha creato in queste ore sconcerto a Bruxelles e sui mercati, nonostante la smentita dei due partiti. All’università di Teramo proprio stamani le politiche di crescita tra L’Europa e l’Italia erano al centro di un convegno. Inevitabile il riferimento ai temi delle ultime ore.

 

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, Cgil e Confindustria commentano il contratto di governo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*