Teramo, campagna antiviolenza “Un posto sicuro”

Presentata a Teramo la compagna di comunicazione sociale per promuovere i servizi contro la violenza di genere, intitolata “Un posto sicuro”.

Uno dei quattro assi portanti del nuovo Piano nazionale contro la violenza di genere è la prevenzione e le azioni di informazione e comunicazione rappresentano  leve strategiche per  sensibilizzare l’opinione pubblica, modificare i comportamenti e  aumentare il livello della percezione del rischio.  Un posto sicuro è il tema del messaggio della campagna di comunicazione sociale realizzata dalla Provincia in collaborazione con il regista teramano Marco Cassini. Un video in due versioni (pensato quindi per essere diffuso attraverso media tradizionali e social) che racconta la storia di una donna dalla violenza alla rinascita; materiale informativo con layout coordinato  tratto dal girato di scena. Il “posto sicuro” è  certamente il Centro antiviolenza La Fenice così come  Casa Maya ma il messaggio forte è quello delle istituzioni a fianco delle donne maltrattate: quindi un luogo sicuro cui affidarsi per “rinascere”.

“Ci sono esperienze che ti emozionano e questa è una di quelle – ha detto il regista – anche per l’atmosfera e la sensibilità che mi hanno trasmesso tutti quelli che in Provincia lavorano attorno a questo tema. Lo abbiamo girato a Teramo,  abbiamo contrapposto i luoghi degradati, metafora della violenza subita, a quelli bellissimi e solari della nostra terra che diventano il simbolo della rinascita. Anche l’attrice è teramana come la maggior parte dei collaboratori. E’ un cortometraggio girato come un film e che ha la pretesa di emozionare come un film. Ho sempre creduto che nel nostro territorio si possa arrivare a fare cose di assoluta qualità, e questo spot è la dimostrazione che si, la nostra terra ha artisti fantastici”.

Sii il primo a commentare su "Teramo, campagna antiviolenza “Un posto sicuro”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*