Teramo, “Braga” slitta l’apertura della nuova sede

A Teramo slittata a lunedì prossimo l’apertura della nuova sede del Conservatorio Statale di Musica “G. Braga “, in via Noè Lucidi , prevista per oggi.

Per dare il via ufficialmente all’anno accademico 2017-2018  dell’istituto musicale” G.Braga” di Teramo bisognerà aspettare ancora una settimana. Lo slittamento dell’apertura è stato deciso per permettere il completamento dei lavori all’interno dell’imponente palazzo di 1.500 metri quadrati, disposto su 4 livelli, con la presenza anche di un auditorium da circa 350 posti. Il grande spazio ha permesso di creare al suo interno numerose aule e uffici amministrativi.La nuova sede in pieno centro, nell’ex palazzina Inpdap, oggi Inps, è stata presa in affitto grazie ad un accordo stipulato tra il Conservatorio e il Direttore Regionale dell’Inps.

 Il presidente Sergio Quirino Valente spiega che “Con l’individuazione della nuova sede abbiamo risolto quello che per anni è stato il problema della nostra struttura formativa. L’operazione è iniziata mesi fa, a maggio scorso, quando, con il direttore Federico Paci, sono cominciati i primi incontri con la Direzione dell’Inps. Poter disporre di uno spazio così grande ci permette di lavorare in un’unica sede, ma anche di riaprire la nostra biblioteca storica, di sistemare gli archivi, e di istituire un Museo di Strumenti musicali storici”.

Il direttore Federico Paci aggiunge che “La nuova  sede è capace di accogliere gli oltre 300 studenti per 28 cattedre che quest’anno hanno scelto il nostro Istituto a Teramo. Inoltre da quest’anno abbiamo otto nuovi Corsi di Laurea Triennale che ci permetteranno di completare tutto il ventaglio dell’offerta formativa musicale e abbiamo riattivato anche il biennio di specializzazione, unico in Italia, di Tecnico del suono e Tecnico delle luci”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Teramo, “Braga” slitta l’apertura della nuova sede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*