Teramo: atti intimidatori contro Leda Ragas

Fiori secchi infilati nel tergicristalli del lunotto termico dell’auto e due specchietti rotti: atti vandalici ai danni di Leda Ragas.

La Ragas è la coordinatrice dei comitati per le scuole sicure che dopo il terremoto avvenuto nell’agosto del 2016  ha iniziato la sua battaglia insieme a tante altre famiglie per l’adeguamento delle strutture che ospitano i ragazzi delle scuole. L’episodio è stato segnalato dopo una denuncia presentata ai carabinieri di Teramo. Le indagini non escludono che si possa trattare di una ritorsione alle denunce fatte della Ragas sulle condizioni d’insicurezza delle scuole.

“Non credo di aver fatto nulla di sbagliato, neppure quando ho presentato l’esposto per accertare come sono stati utilizzati i 16 milioni di euro spesi in passato per il miglioramento delle scuole, ma d’altra parte non ho alcun problema con i vicini o persone che potrebbero aver compiuto questo atto vandalico”, ha dichiarato la Ragas.

Sii il primo a commentare su "Teramo: atti intimidatori contro Leda Ragas"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*