Teramo, Api: “giù le mani dall’Ex Villeroy”

L’Api Teramo torna a mettere in risalto la vicenda legata alla vendita dei  due lotti rientranti nel complesso immobiliare dell’imponente area Ex Villeroy & Boch da parte dell’ ARAP – Agenzia Regionale per le Attività Produttive.

Il 30 settembre 2016 scadranno i termini per l’acquisizione delle aree in questione, una controversia scaturita dal fatto che secondo l’Api quando oltre 50 anni fa l’amministrazione comunale decise di donare quell’area per costruire un opificio di grande importanza sociale per il territorio, quei terreni furono vincolati in maniera perenne come intoccabili e quindi non vendibili.

Alfonso Marcozzi presidente Api Teramo:”Pochi sanno che sull’area suddetta insistono vincoli ben precisi giacché, quando nel 1954 furono donati al Comune di Teramo da Gaetano Biocca, insieme a 15 milioni di vecchie lire, il vincolo della destinazione imposto al Comune di Teramo fu quello di edificarci un opificio di grande importanza sociale per il nostro territorio e, per i restanti terreni, anch’essi donati, vincolati in maniera perenne come intoccabili. Gli amministratori della cosa pubblica di allora,  il signor Romani in particolare, Presidente del Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Teramo dell’ epoca, per “salvare” la SPEA, riacquistò dalla SPEA, per la modica cifra di 7 miliardi di lire, riacquistò, ed il sito tornò perciò in mani pubbliche, come dire che ci fu un esborso della collettività per riacquistare quello che già era della collettività. Abbiamo seri dubbi di legittimità che l’ ARAP – Agenzia Regionale per le Attività Produttive possa vendere questi beni, ma in ogni caso, in questo Comune, in questo territorio, nel caso ARAP dovesse venderli per sanare non si capisce cosa (forse i debiti che hanno a Pescara?), sarebbe opportuno investire le relative economie sul nostro territorio e non per sanare i debiti prodotti da altri ed altrove; è mai possibile che si metta in vendita una palazzina di proprietà e si paghi invece l’affitto per i locali occupati dall’ARAP di Pescara presso l’ aeroporto di Pescara?”

 

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Teramo, Api: “giù le mani dall’Ex Villeroy”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*