Tentato omicidio Spoltore: La Lo Russo dal Gip

Tentato omicidio Spoltore: La Lo Russo dal Gip questa mattina alle 11.00 in tribunale a Pescara dopo il nulla di fatto di ieri, il malore, e le incongruenze con la versione del figlio Michele che hanno costretto l’avocato dei due a rinunciare alla delega della donna.

Figlio contro la madre, questo, in sostanza il colpo di scena nella tesa giornata di ieri quando Michele Gruosso, figlio di Daniela Lo Russo, si é di fatto smarcato dal sodalizio diabolico scaricando sulla madre le principali responsabilità del tentato omicidio del suo patrigno. Dal canto suo, la madre, che ha nominato come nuovo legale, Giancarlo De Marco, questa mattina davanti al Gip Sarandrea ha negato ogni addebito, dichiarando di non sapere nulla dell’aggressione da parte del colombiano Edwin Mosquera, ma soprattutto di non aver in nessuna maniera tentato di uccidere il marito attraverso la somministrazione di coumadin ed altri medicinali. La Lo Russo ha invece parlato, per oltre un’ora, di tutte le visite ed i ricoveri ai quali é stato sottoposto il marito come a voler dimostrare che ogni tipo di medicinale somministrato faceva parte della cura. Una versione, questa, che potrebbe far venir meno la sussistenza stessa del reato come lascia intendere il suo avvocato Giancarlo De Marco:

“In un certo senso una persona accusata di un determinato reato – ci spiega – può affermare di non averlo commesso, ma quando ci sono gli elementi per i quali il reato non sussiste la situazione può cambiare radicalmente, e su questo fronte ci stiamo dirigendo, intanto chiederò l’attenuazione della misura cautelare dal carcere ai domiciliari, anche e soprattutto per motivi di salute visto che la mia assistita é cardiopatica.”

Sii il primo a commentare su "Tentato omicidio Spoltore: La Lo Russo dal Gip"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*