Tentato Omicidio Spoltore: La difesa non crede al movente

Tentato Omicidio Spoltore: La difesa non crede al movente e presenta esposto al Tribunale del Riesame, mentre non sono ancora stati fissati gli interrogatori di garanzia per Daniela Lo Russo, il figlio Michele Gruosso ed Edwin Mosquera, accusati di aver tentato di uccidere un uomo di 54 anni.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri i tre avevano tentato in più di un’occasione di uccidere la vittime: i primi due attraverso la somministrazione inconsapevole nel corso di un lungo periodo di un potente anticoagulante, il Comadin, il terzo, ingaggiato dalla Lo Russo, per averlo aggredito con una mazza sotto casa lo scorso 10 luglio. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti tutto nasce da una voglia di vendetta della donna per essere stata allontanata da casa dall’uomo con il quale conviveva da diversi anni. Con la complicità del figlio, avuto da una precedente relazione, avrebbero dapprima pianificato una sorte di morte lenta, dapprima, come risulta da una serie di sms tra i due, attraverso l’uso di funghi velenosi, poi con la somministrazione inconsapevole di un potente anticoagulante, sciolto in bicchieri d’acqua, anche durante la degenza in ospedale dove la vittima é stata ricoverata dopo i primi sintomi. Da qui il dubbio del personale medico nel constatare i valori sballati e le dichiarazioni del paziente che ha riferito di non aver mai usato quel tipo di medicinale. tempestivo l’intervento dei carabinieri prima che si arrivasse ad un tragico epilogo. Daniela Lo Russo, pugliese di 42 anni, é detenuta al carcere di Madonna del Freddo a Chieti, il figlio Gruosso al S.Donato di Pescara, Mosquera ai domiciliari. Gli avvocati di madre e figlio, Luca e Leonardo Casciere pongono dubbi sul movente, a pardere di più dalla fine di questa relazione, dicono, era l’uomo e non la donna che ha ancora buone basi economiche, mentre andrebbero fatte perizie più approfondite, dicono, sul medicinale che sarebbe stato usato. Presentato in tal senso un esposto al Tribunale del Riesame, mentre tra domani e dopodomani sono in programma gli interrogatori di garanzia affidati al Gip sarandrea, il Pm, invece, é la Di stefano

AGGIORNAMENTO

Sono stati fissati a mercoledì alle 11.30 gli interrogatori di garanzia per Daniela Lo Russo e suo figlio Michele Gruosso. Davanti al Gip del Tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, anche Edwin Mosquera. Per tutti e tre l’interrogatorio si terrà in tribunale.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Tentato Omicidio Spoltore: La difesa non crede al movente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*