Tassa di soggiorno Montesilvano: FdI” Prima un piano condiviso con gli operatori turistici”

Fratelli d’Italia interviene nella polemica, tra albergatori e associazioni di categoria con il Comune di Montesilvano, sulla tassa di soggiorno ai turisti ed auspica che ci sia concertazione tra le parti.

Far pagare una tassa ai turisti che alloggeranno a Montesilvano dalla prossima stagione estiva è la proposta del Comune che ha suscitato la reazione contraria degli operatori turistici. Fratelli d’Italia cerca di mettere pace tra le parti auspicando un confronto ed una condivisione delle decisioni.

In una nota il capogruppo in Consiglio regionale di Fratelli d’Italia Guerino Testa che, unitamente ai consiglieri comunali di Montesilvano Marco Forconi e Francesco Di Pasquale, al coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia Pasquale Cordoma e al coordinatore provinciale Stefano Cardelli si legge:

“Siamo tendenzialmente favorevoli alla tassa di soggiorno che l’Amministrazione comunale di Montesilvano intende introdurre, ma a condizione che ci sia preliminarmente un piano strategico territoriale per il sostengo dello sviluppo turistico, condiviso con gli operatori del settore.

E’ assolutamente necessario attivare un Tavolo di confronto qualificato e partecipato da tutti gli operatori del settore turismo in merito alle linee di intervento da adottare. Questo approccio, supportato da un’analisi dei fenomeni collegati alla domanda e all’offerta turistica,  permette di individuare gli aspetti di maggiore competitività e quelli che rappresentano invece le principali criticità, e di trovare soluzioni percorribili al riequilibrio dell’offerta turistica nel suo complesso.

In questa direzione, il documento strategico rappresenta il passaggio preventivo ed imprescindibile per attuare una adeguata politica turistica, e solo in un momento successivo sarà possibile valutare l’opportunità di inserire l’imposta di soggiorno. Non bastano i successi della trascorsa stagione estiva a dichiarare a priori vincente l’idea di tassare i turisti.

E qualora si giungesse al condiviso convincimento di adottare forme di finanziamento, è per noi da intendersi come una tassa di scopo e non un balzello di indubbio utilizzo.

Da sempre Fratelli d’Italia considera il turismo una importante risorsa su cui puntare e sui siamo a lavoro perché riteniamo che sia uno dei principali volani per il rilancio dell’economia. Vale per Montesilvano e vale per l’intero Abruzzo, dalla costa alle aree interne”.

Sii il primo a commentare su "Tassa di soggiorno Montesilvano: FdI” Prima un piano condiviso con gli operatori turistici”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*