Supercarcere Sulmona: giovane detenuto campano si toglie la vita

Supercarcere Sulmona: giovane detenuto campano si toglie la vita nel reparto dei collaboratori di giustizia. Lo hanno trovato gli agenti impiccato.

Un giovane detenuto campano, di  appena 24enne, pentito, si é tolto la vita presso il supercarcere di Sulmona, impiccandosi nella sua cella. Il giovane  era rinchiuso nel reparto dei collaboratori di giustizia ed é qui che ieri lo hanno ritrovato impiccato gli agenti di polizia penitenziaria.  Due le inchieste avviate, una interna, guidata dall’Amministrazione penitenziaria, e l’altra affidata alla magistratura. Saranno le autorità competenti ora a dover far luce sul suicidio, l’ennesimo nell’istituto sulmonese. Il detenuto era stato trasferito da pochi giorni dalla casa di reclusione di Benevento.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Supercarcere Sulmona: giovane detenuto campano si toglie la vita"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*