Sulmona: un filo rosso tra Ovidio e Caravaggio

Il legame tra Caravaggio e Ovidio tratteggiato oggi a Sulmona dallo storico dell’arte Claudio Strinati in occasione della proiezione del film dedicato al pittore e dell’inaugurazione della sede dell’Università Telematica “San Raffaele” di Roma.

Il Narciso di Caravaggio trae ispirazione dalla fonte classica e dalle Metamorfosi di Ovidio. Un binomio importante ha ricordato oggi lo storico dell’arte Claudio Strinati, al cinema Pacifico di Sulmona, dove, nell’ambito delle celebrazioni per il Bimillenario ovidiano, è stato proiettato in anteprima il film  “Caravaggio – l’Anima e il Sangue”  e presentata l’offerta formativa dell’Università Telematica “San Raffaele” di Roma, presieduta da Sergio Pasquantonio, che ha inaugurato la sua sede abruzzese proprio nella città peligna. Una Università che punta sulla ricerca e sull’innovazione e sulla concreta creazione di opportunità occupazionali per i giovani e di sviluppo per il territorio ha evidenziato il magnifico rettore Enrico Garaci, il quale ha ricordato anche il recente protocollo d’intesa siglato con la Scuola Superiore dell’Avvocatura del Consiglio Nazionale Forense di cui è presiedente Salvatore Sica. All’evento hanno partecipato gli studenti dell’IIS “Fermi” e dell’IIS “Ovidio” di Sulmona.

Il rettore Garaci ha spiegato che ” L’offerta didattica dell’Ateneo sarà erogata in modalità e-Learning, attraverso l’utilizzo di internet e delle nuove tecnologie digitali. Gli studenti, quindi, potranno pertanto accedere alla piattaforma didattica in qualsiasi momento ed in qualunque luogo abbattendo ogni vincolo spazio-temporale e offrendo in tal modo la fruizione del materiale didattico anche a coloro che, per ragioni fisiche, geografiche o lavorative, ne sarebbero esclusi. A Sulmona saranno attivi tutti i corsi di Laurea e di Laurea magistrale dell’Università Telematica San Raffaelle Roma: da Scienze dell’Amministrazione, Scienze dell’attività motorie e sportive (triennale e magistrale), Scienze motorie – indirizzo Calcio, Moda e Design sino a Scienze dell’alimentazione e gastronomia e ai Corsi di Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione Umana e Nutraceutica”.

Il professor Claudio Strinati, docente dell’Università Telematica San Raffele Roma, prima della proiezione del film ha ricordato che “La proiezione del film “Caravaggio – l’Anima e il Sangue”, prodotto da Sky e da Magnitudo Film, diretto da Jesus Garces Lambert, con il soggetto di Cosetta Lagani, la voce narrante di Manuel Agnelli e la consulenza scientifica di Claudio Strinati, non è casuale e si riflette sul tessuto sociale e culturale Sulmonese. Partendo, infatti, dai contenuti narrativi, documentaristici ed artistici del lungometraggio, approda, con perfetta armonia, alla riflessione su un’Opera chiave del maestro, il Narciso, conservata al Museo Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma. Il Narciso, che osserva sé stesso, conduce infatti, al mito ovidiano delle Metamorfosi, uno dei grandi emblemi della storia dell’umanità e legato a filo doppio a Sulmona che è dimora del bimillenario Ovidiano. Un’anticipazione ed un’anteprima assoluta negli Studi di Storia dell’Arte sulla controversa attribuzione dell’Opera, sarà il preludio alla visione di questo film, forte ed imponente, che fissa un punto di vista nuovo e affascinante sulla vita di uno dei più grandi titani dell’Arte”.

Il sindaco Annamaria  Casini ha detto che “L’apertura a Sulmona della sede dell’Università Telematica San Raffaele Roma è un evento molto importante per la nostra città e il territorio. Ritengo che la partecipazione degli studenti dell’IIS “Fermi” e dell’IIS “Ovidio” al Seminario rappresenterà un importante e significativo momento di valorizzazione e di capitalizzazione, nell’ambito del ciclo di eventi programmati per il bimillenario di Ovidio a Sulmona, del binomio Caravaggio e Ovidio e sarà una giornata in cui Sulmona diventerà scenario di nuove opportunità per i nostri giovani  e sintesi  felice di arte, storia, cultura e accademia”.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Sulmona: un filo rosso tra Ovidio e Caravaggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*