Sulmona 1943: gli salvò la vita, lo ritrova su Skype

Sulmona 1943: gli salvò la vita, lo ritrova su Skype. Ha davvero dell’incredibile la storia di Rosina oggi 95enne e del soldato inglese Len oggi 98enne.

Era il settembre del 1943, esattamente 74 anni fa, anche in Abruzzo, come nel resto del mondo, imperversava la guerra, da pochi giorni c’era stato l’armistizio. La giovane Rosina Spinosa, all’epoca appena 21enne con due figli piccoli ed un marito al fronte, non pensò al terribile rischio che stava affrontando quando decise di nascondere in soffitta un soldato inglese in fuga e che aveva solo e soltanto voglia di tornare a casa. Len Harley, questo il nome del militare al servizio della Corona Reale, di anni ne aveva 24, trovò rifugio in un locale nascosto della casa di Rosina la cui porta venne celata con un grosso armadio. Una volta andati via i tedeschi dal capoluogo ovidiano, Len poté uscire dal suo rifugio e riprendere la strada verso casa con un eterno senso di gratitudine per quella ragazza che non pensò mai, nemmeno per un’istante, al grave pericolo che stava correndo lei ed i suoi bambini. A distanza di 74 anni si sono così ritrovati, giusto per vedere se stanno bene, grazie ad un collegamento Skype e siccome, nonostante aver passato entrambi la soglia dei 90, di andarsene proprio non ne vogliano sapere, hanno già manifestato il desiderio d’incontrarsi per un ultimo grande abbraccio.

Sii il primo a commentare su "Sulmona 1943: gli salvò la vita, lo ritrova su Skype"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*