Siulp L’Aquila e lo “sgarbo” della Boldrini alle Forze dell’ordine

Il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini in u'immagine del 20 Maggio 2013. "Per ogni fabbrica che chiude e per ogni impresa che trasferisce la produzione all'estero, centinaia di famiglie precipitano nel disagio sociale e il nostro sistema economico diventa più povero e più debole nella competizione internazionale".Lo scrive Laura Boldrini all'ad di Fiat,Marchionne parlando della crisi economica italiana. ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Siulp L’Aquila e lo “sgarbo” della Boldrini alle Forze dell’ordine, la denuncia al questore del segretario provinciale del sindacato di polizia Lauri.

In una lunga lettera Fabio Lauri, segretario provinciale del Siulp l’Aquila, ha spiegato, con estremo rammarico, quello che é avvenuto sabato scorso a Pescina in occasione della visita del Presidente della Camera Laura Boldrini ospite di una manifestazione organizzata dal Centro Democratico. La prima indicazione impartita agli uomini e alle donne di polizia di Stato e Carabinieri, scrive nella missiva Lauri, é stata quella di trovarsi un nascondiglio, nel servizio di scorta alla terza carica dello Stato, in modo da rendersi invisibili. Una volante parcheggiata dietro un fienile, una gazzella dei carabinieri sotto un ponte, per non parlare di quanto accaduto dopo il convegno, intorno alle 21.20, quando il Presidente della Camera si é recata con altri in un vicino ristorante. Qui un’accompagnatrice della presidente, sottolineando il buon lavoro di “nascondino” del pomeriggio, avrebbe aggiunto – per adesso tutto bene, non creiamo problemi con la vostra presenza. Secondo la nota del Siulp qualcuno ha fatto garbatamente notare che la presenza di Forze dell’ordine nobilita, da sicurezza e non crea problemi:

“Non é accettabile la condizione lavorativa di disagio riservata ai colleghi – scrive Lauri – i quali, invece di passare il sabato sera in famiglia, sono stati costretti ad un deprimente nascondino nei fienili ed in ogni angolo del paese. Nell’interesse professionale e morale dei poliziotti di questa provincia – chiede Lauri al Questore de L’Aquila Alfonso Terribile – se dovesse tornare in visita l’attuale presidente della Camera dei deputati, ritengo debba essere tenuto nel giusto conto che la stessa risulta beneficiare della scorta più imponente d’Europa al prezzo, per il cittadino, di un milione e centomila euro l’anno e che valuteremo forme di protesta per il trattamento ricevuto.”

la replica dal portavoce del Presidente della Camera che parla d’indicazioni fornite non direttamente dalla Boldrini e che non risulta vero che la scorta a suo servizio sia la più imponente ed esosa in tutta Europa.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Siulp L’Aquila e lo “sgarbo” della Boldrini alle Forze dell’ordine"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*