Silvana Pica: Il caso é ufficialmente riaperto

Silvana Pica: il caso della donna scomparsa 4 anni fa é ufficialmente riaperto. Già iniziata una prima ondata d’interrogatori da parte degli agenti della Polizia Giudiziaria in Procura. La prossima settimana un vertice per fare il punto della situazione.

Come da noi anticipato nei giorni scorsi il Sostituto Procuratore Anna Rita Mantini, che sta indagando su Vincenzo Berghella, ex marito della donna misteriosamente scomparsa nel gennaio del 2012 e mai più ritrovata, ha deciso di procedere parallelamente anche su una vicenda carica di lacune sul piano investigativo e che merita di essere approfondita. Ufficialmente nessun legame tra l’inchiesta che vede coinvolto Vincenzo Berghella e la scomparsa della Pica, ma intanto affondo deciso, su questo fronte, a cominciare dalla consultazione delle carte e dei verbali prodotti all’epoca. E qui un primo colpo di scena sotto certi aspetti, poche righe e tante lacune per quella indagine, una mancanza alla quale la Procura intende rimediare con una prima ondata d’interrogatori. Il primo ad essere ascoltato il cognato di Silvana Pica Marcello Berghella, l’unico ad essersi concretamente speso per trovare la soluzione al mistero, presentando, tra l’altro, ben due opposizioni all’archiviazione. Già ascoltato, a Varese, Ezio Denti, l’investigatore che curò, per conto di Berghella, indagini parallele. Sono considerate estremamente importanti  le riprese video e le foto che Denti realizzò all’interno della camera di Silvana in Viale Marconi e per le quali é già partita la richiesta di acquisizione. Ma decisiva, almeno in questa fase iniziale, é considerata la prossima settimana quando saranno in programma altri interrogatori a Rossella Zaffiri, compagna di Marcello Berghella, alla sorella di Silvana Pica, Elga Pica, a due amiche della donna scomparsa e allo stesso Marcello Berghella con il quale, mercoledì prossimo in tarda mattinata in Procura, é previsto un nuovo incontro per fare il punto della situazione alla presenza, probabilmente, anche dello stesso Ezio Denti. Sarebbero, invece,  già state individuate e convocate in Procura, ma non ci sono ufficiali conferme a tal proposito, le due rumene che vivevano con Silvana  e che dopo una fugace audizione, all’epoca della scomparsa, distrussero le schede telefoniche e fecero perdere le loro tracce, sarebbe stato individuato anche l’ex fidanzato di una delle due, italiano con diversi precedenti, mentre al vaglio della Procura anche le carte relative ad alcune cause intentate dalla Pica su vicende di natura economica. Questa sera, intanto, su “In Cronaca” alle 20.15, la replica della puntata dello scorso 15 gennaio sul caso Pica, con testimonianze ed immagini inedite.

Guarda il servizio del Tg8:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Silvana Pica: Il caso é ufficialmente riaperto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*