Scontri tra tifosi dopo Pescara Lecce: paura per un principio d’incendio

scontritifosiscontritifosi

Avrebbero potuto avere conseguenze più serie gli scontri tra tifosi del Pescara e del Lecce alla mezzanotte di lunedì in zona Valle Anzuca a Francavilla.

Pulman ed automobili di ritorno dallo Stadio Adriatico Cornacchia verso il casello dell’A14 Pescara Sud, scortati, come da prassi da Forze dell’Ordine, bloccati all’altezza del distributore di benzina Gasoline, nei pressi della variante dell’Asse Attrezzato, dal lancio di pietre e petardi da parte di un gruppo di tifosi del Pescara. Da qui è nato il parapiglia con i tifosi del Lecce che sono scesi dai mezzi cercando lo scontro fisico. Dal lancio continuo di petardi si sono innescati anche alcuni piccoli incendi tra le sterpaglie facendo temere il peggio, vista la vicinanza del distributore di carburanti. Immediati i soccorsi con Polizia e Vigili del Fuoco che nel giro di pochi minuti hanno riportato l’ordine, ma, stando alle testimonianze dei residenti di quella zona, anche sui social, sarebbe stato un quarto d’ora d’inferno.

Sii il primo a commentare su "Scontri tra tifosi dopo Pescara Lecce: paura per un principio d’incendio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*