Scafa: litiga con la fidanzata e tenta suicidio, salvato dai carabinieri

Un giovane oggi, 12 settembre, a Scafa, dopo aver litigato con la fidanzata, ha tentato il suicidio ed è stato salvato dai carabinieri.

Oggi pomeriggio il ventiduenne si è prima scagliato con l’auto contro un muro, distruggendo quasi completamente il mezzo, e poi ha minacciato di lanciarsi da un ponte sul fiume Pescara. Provvidenziale l’intervento del comandante della stazione dei carabinieri di Scafa che ha iniziato una trattativa con il giovane cercando di convincerlo a desistere.

Alla fine il ragazzo, che si era già sporto dal parapetto, ha ascoltato i consigli del militare. Sul posto sono arrivati anche i sanitari del 118 che poi hanno trasferito il giovane presso l’ ospedale di Pescara dove oggi in zona Portanuova, un giovane si è lanciato dal quinto piano, forse per motivi sentimentali, ma è finito sulla tettoia di un rimessaggio che ha attutito la caduta. Il giovane è ricoverato in prognosi riservata a Rianimazione del “Santo Spirito”.

Sii il primo a commentare su "Scafa: litiga con la fidanzata e tenta suicidio, salvato dai carabinieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*