Sanità Abruzzo: buone notizie dalla Regione

Buone notizie per la sanità in Abruzzo. La giunta regionale approva provvedimenti per linee guida delle Asl, assunzioni ed esenzioni nell’area del cratere.

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, dà il la alle nuove linee guida e le Asl abruzzesi , entro 30 giorni , dovranno adottare il proprio atto aziendale. Il provvedimento rientra nel percorso, iniziato la scorsa estate, con l’approvazione del piano di riqualificazione del servizio sanitario regionale 2016-2018 e del piano di riordino della rete ospedaliera abruzzese. Si tratta di uno dei tre importanti provvedimenti adottati ieri dall’esecutivo regionale che aprono nuovi scenari da dopo l’uscita dal commissariamento della sanità abruzzese.

L’assessore Paolucci spiega che “Le aziende sanitarie dovranno recepire le previsioni contenute nei due piani, a partire dal numero dei posti letto: 3.7 ogni mille abitanti, comprensivi dei 0.7 per la riabilitazione e lungodegenza post-acuzie. Accanto a questo parametro, andranno considerati gli standard di disciplina e di qualità, i dati sugli esiti delle cure, l’adeguamento della rete di emergenza-urgenza, la centralizzazione di alcune procedure per generare economie di scala. Tra le novità principali, spicca l’istituzione del Dipartimento Funzionale regionale delle Professioni sanitarie, introdotto per valorizzare tutte le professioni sanitarie. Ogni Asl, dunque, dovrà prevederne l’attivazione, sulla base di un’articolazione che prevede un Servizio Infermieristico e Ostetrico (con a capo un dirigente UOC), un Servizio Tecnico-Sanitario (con a capo un dirigente), un Servizio Tecnico Riabilitativo (con a capo un dirigente) e un Servizio delle Professioni Tecniche della Prevenzione (con a capo un dirigente). Ai diversi servizi spetterà espletare le funzioni individuate dalle norme istitutive dei relativi profili professionali, nonché degli specifici codici deontologici, utilizzando metodologie di pianificazione per obiettivi dell’assistenza conformemente a quanto stabilito dalla normativa vigente. Per uniformare i modelli organizzativi, le Asl dovranno inoltre prevedere un’articolazione omogenea delle struttura, con l’istituzione di un sistema dipartimentale che comprenda il Dipartimento di Prevenzione, quello di Salute Mentale, il Materno-Infantile, il Dipartimento Medico, il Chirurgico, dell’Emergenza-Urgenza, dei Servizi, oltre a un Dipartimento Tecnico e a uno Amministrativo. Tra gli altri punti salienti delle linee guida, c’è l’obbligo di riportare sulle “linee di produzione ospedaliere e territoriali” tutte quelle funzioni attualmente in staff alle direzioni generali (come gestione del rischio clinico, governo della spesa farmaceutica e sicurezza dei pazienti), che invece tornano a operare direttamente nei luoghi fisici dove vengono erogate le prestazioni, a maggiore garanzia dell’utenza. Previsto, inoltre, il rafforzamento delle competenze dedicate alla governance del processo ospedaliero e del processo territoriale, in un’ottica di specificità delle funzioni, improntata però alla sinergia nel raggiungimento dei risultati. Gli atti aziendali così redatti, saranno a loro volta validati entro i successivi 30 giorni dal Dipartimento Salute e Welfare della Regione. A quel punto le Asl potranno avviare la modifica degli attuali assetti organizzativi. Dopo la fase programmatoria ora entriamo nella fase operativa vera e propria. Gli atti aziendali sono lo strumento fondamentale di governo delle Asl, che oggi con le nuove linee guida, saranno in grado di organizzare le proprie attività in modo ancora più efficace e rispondente alle esigenze dell’utenza”.

SISMA: PROROGA AL 30/06 ESENZIONE TICKET IN COMUNI CRATERE:

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, ha approvato la delibera che estende fino al prossimo 30 giugno l’esenzione dal pagamento dei ticket sanitari per i cittadini abruzzesi residenti nei centri del cratere sismico. La proroga riguarda non solo i centri in cui l’esenzione era già in vigore dal settembre scorso (Montereale, Capitignano, Campotosto, Valle Castellana, Rocca Santa Maria), ma anche quelli ricompresi successivamente nel cratere (Teramo, Cortino, Crognaleto, Montorio al Vomano, Campli, Castelli, Civitella del Tronto, Torricella Sicura e Tossicia). L’esenzione può essere richiesta in tutte le farmacie convenzionate, e riguarda sia la partecipazione degli assistiti alla spesa farmaceutica, sia anche l’eventuale quota dovuta sui medicinali equivalenti che non si adeguano al prezzo di riferimento regionale. Sulla base di accordi con le Regioni Marche e Umbria, all’agevolazione possono accedere anche i residenti in queste regioni e temporaneamente domiciliati in Abruzzo. In questo caso, però, i termini per usufruire dell’esenzione sono fissati rispettivamente al 30 aprile e al 31 marzo prossimi.

SANITA’: APPROVATA GRADUATORIA DEFINITIVA CONCORSO FARMACIE

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, ha approvato la graduatoria definitiva del concorso pubblico per l’assegnazione di 85 nuove sedi farmaceutiche private in Abruzzo. Il concorso era stato bandito nel 2012 e aveva visto l’ammissione di 1891 istanze. A dicembre 2015 la giunta aveva approvato la graduatoria provvisoria. Da quel momento erano iniziate le verifiche sui requisiti da parte della Commissione Esaminatrice, a cui erano seguiti anche alcuni ricorsi al Tar in merito ai punteggi attribuiti ai partecipanti per l’esperienza professionale. I lavori della Commissione si sono conclusi il 16 febbraio scorso, con la trasmissione della graduatoria definitiva al Dipartimento Salute e Welfare della Regione.

L’assessore Paolucci afferma “Finalmente abbiamo chiuso una procedura iniziata quasi 5 anni fa, caratterizzata da numerose difficoltà, sia di ordine procedurale che amministrativo. Oggi siamo in grado di dare una risposta alle legittime istanze che arrivavano non solo dagli aspiranti farmacisti, ma anche da quei territori dove finora il servizio non era disponibile o lo era in modo non adeguato alle esigenze dell’utenza”.

https://www.youtube.com/watch?v=tPnicogCSIc

Sii il primo a commentare su "Sanità Abruzzo: buone notizie dalla Regione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*