San Valentino: operaio muore folgorato

Un operaio di 44 anni è morto folgorato questa mattina a San Valentino in Abruzzo Citeriore .

L’incidente sul lavoro è avvenuto intorno alle 12.30  in contrada Solcano, mentre erano in corso i lavori di ristrutturazione di un’abitazione. Pare che l’uomo abbia toccato un cavo di media tensione mentre veniva utilizzato un macchinario per la gettata di cemento. I colleghi hanno lanciato l’allarme e sul posto  sono arrivati il personale del 118, sia con l’ambulanza che con l’elicottero, i vigili del fuoco di Alanno e i carabinieri della compagnia di Popoli. Purtroppo in soccorsi sono stati inutili. La vittima è Antonino Cavallo, 45 anni, di Rosciano (Pescara). L’uomo era dipendente di una ditta con sede a Scafa (Pescara). L’operaio stamani si stava occupando delle operazioni di lavaggio di una betoniera di proprietà dell’impresa, quando, per cause in corso di accertamento, è rimasto folgorato. Il personale sanitario del 118, subito intervenuto, non ha potuto fare altro che constatare il decesso del 45enne. Sul posto anche i Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Popoli (Pescara) ed il personale del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Pescara. La salma, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata trasferita all’obitorio di Pescara, per tutti gli accertamenti del caso. La betoniera è stata sottoposta a sequestro.

 

Sii il primo a commentare su "San Valentino: operaio muore folgorato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*