San Giovanni Teatino, rapina alla parafarmacia, giovane condannato

giustizia

E’ stato condannato a tre anni di reclusione il ventinovenne accusato della rapina compiuta il 24 gennaio scorso ai danni di una parafarmacia di San Giovanni Teatino.

Il giudice del Tribunale di Chieti Valentina Ribaudo ha condannato Gaetano Manzi, 29enne di Acerra con problemi di tossicodipendenza, accusato di essersi impossessato di un computer e di 50 euro che erano in cassa all’interno della parafarmacia.

Il giovane, che ha due figli piccoli e altri precedenti per rapine commesse a Pescara, ed è difeso dall’avvocato Roberto Di Loreto, oggi dinanzi al giudice ha ammesso le sue responsabilità ed ha chiesto scusa alla vittima, dicendo di aver agito perché aveva bisogno di soldi.

Il prossimo 25 ottobre, sempre a Chieti, Manzi, che è rinchiuso nel carcere di Pescara, sarà processato per un rapina compiuta ad una rosticceria di San Giovanni Teatino lo scorso 16 gennaio.

Sii il primo a commentare su "San Giovanni Teatino, rapina alla parafarmacia, giovane condannato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*