Salva per miracolo dalla valanga del Rigopiano: “Non dimenticherò mai quei volti”

Salva per miracolo dalla valanga del Rigopiano: “Non dimenticherò mai quei volti”. la testimonianza di Marisa Basilavecchia ripartita con suo marito dall’hotel poche ore prima della tragedia.

Le sue immagini con il telefonino trasmesse in esclusiva da Rete8, sono le ultime del suggestivo Hotel Rigopiano nel pieno del suo splendore, ma costituiscono anche un documento importante per quel che riguarda le polemiche sull’impossibilità o meno di raggiungere l’Hotel con gli spazzaneve per far scendere a valle gli ospiti preoccupati per i peggioramento delle condizioni meteo. Di quel lungo week end trascorso nel tepore del Rigopiano Marisa Basilavecchia e suo marito conserveranno nella memoria tante cose:

“L’Hotel era il simbolo del nostro Abruzzo – ci racconta Marisa – la bellezza delle montagne intorno e all’interno dagli arredi ai più piccoli accessori, tutto ricordava la nostra Regione. Noi siamo ripartiti lunedì 16 quando la neve aveva già ricoperto tutto l’hotel, con noi almeno altri 200 ospiti, non voglio pensare a cosa sarebbe potuto accadere se la valanga si fosse abbattuta nel week end, sarebbe stata un’ecatombe. Lunedì gli spazzaneve sono riusciti a salire e ci hanno scortato a valle, non so il motivo per il quale i giorni seguenti questo non é accaduto.”

Marisa trova il coraggio di parlare, a differenza di suo marito, ma sono entrambi ancora scioccati per il pericolo sventato e i suoi occhi diventano lucidi pensando alle persone che hanno lasciato li:

“Non dimenticherò mai i volti dei ragazzi del personale dell’Hotel, così gentili e rassicuranti,  in particolare di Alessandro Riccetti alla reception o di Gabriele D’Angelo, é stato lui a tranquillizzarci, mostrandoci le foto delle strade ancora percorribili, dicendoci di non preoccuparci perchè tutto sarebbe andato bene, ed invece….”

Il servizio del Tg8:

Sii il primo a commentare su "Salva per miracolo dalla valanga del Rigopiano: “Non dimenticherò mai quei volti”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*