S. Vito Chietino: Rinasce il trabocco di d’Annunzio

trabocco

S.Vito Chietino: Rinasce il trabocco di d’Annunzio, stamane il taglio del nastro della storica macchina da pesca sulla spiaggia del Turchino, resa nota dal vate nel suo “Il Trionfo della Morte” e abbattuta da una mareggiata nell’estate del 2014.

Costo complessivo per la sua ristrutturazione 185 mila euro, gran parte dei quali messi a disposizione dalla Regione. I lavori, durati cinque mesi, sono stati particolarmente complessi perchè la ditta che si é aggiudicata l’appalto, la Mari Ter di Ortona, si é dovuta servire anche di una speciale squadra di subacquei che hanno dovuto sistemare nei fondali dei blindi di cemento armato del peso complessivo di 65 quintali,  sorretti da navi gru. L’architetto che ha curato il progetto é Anna Colacioppo. Particolarmente soddisfatto il sindaco Rocco Catenaro:

E’ stato molto faticoso fare questi lavori sia per reperire le risorse – ha detto catenaro – sia per trovare chi fosse in grado di eseguire i lavori stessi. Questo trabocco é parte integrante della Via Verde ed é destinato ad attività culturali e didattiche.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "S. Vito Chietino: Rinasce il trabocco di d’Annunzio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*