Caos strisce blu a Roseto: la replica del comune

Caos strisce blu a Roseto degli Abruzzi: il Comune risponde alle critiche sui parcheggi a pagamento tramite strumentazioni poco funzionali.

Problematiche legate in particolar  modo a causa  del difficile, a loro dire,  utilizzo dei parcometri di ultima generazione installati tra le vie del comune costiero. Problematiche legate principalmente all’obbligo di inserimento della targa dell’auto. Una situazione su cui l’amministrazione comunale da subito si è resa disponibile a trovare delle soluzioni e venire incontro agli utenti, apportando anche importanti novità come l’utilizzo di App per il pagamento del posteggio. Le tariffe sono , oraria di 0,80 euro non frazionabile per la prima ora dalle 9 alle 20, oraria di 1 euro non frazionabile dalle 20 all’1 di notte, giornaliera di 3 euro dalle 9 alle 20, settimanale di 20 euro, mensile di 50 euro, mensile per residenti nel Comune di Roseto e limitatamente a una sola auto di proprietà 35 euro. Possibile anche acquistare gli abbonamenti direttamente dalle colonnine. Il comune costiero ha anche annunciato che sta provvedendo nei prossimi giorni all’inserimento dell’ora frazionata.

1 Commento su "Caos strisce blu a Roseto: la replica del comune"

  1. david celiborti | 25/07/2017 di 11:41 | Rispondi

    E’ sempre la solita tiritera! Tutti i comuni battono cassa e grancassa! Poveri cittadini succubi sempre e dovunque di malvessazioni, tasse, gabelle:massima goduria degli amministratori locali e nazionali! Una chicca è quella del governo Renzi-Gentiloni di perseguitare i poveri pensionati che sono stati costretti a fuggire all’estero anche qui la mano aspira-tutto giunge per rovinare a questi poveri pensionati la vita! Mai vista tanta persecuzione di questo governo-partito Pd:essa è proprio un dittatura fascista rossa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*