Roseto, nuove fabbriche nell’ex autoporto

Il comune di Roseto  grazie alla legge regionale, che ne ha modificato la destinazione d’uso,  ora potrà dare nuova vita all’autoporto.

Dopo decenni di indecisione e  lungaggini amministrative, che ha portato al degrado e l’abbandono degli autoporti regionali, infrastrutture realizzate con ingenti risorse pubbliche, il Consiglio Regionale ha dato il via libera a procedere al cambio di destinazione d’uso degli autoporti. Una buona notizia quindi anche per il comune di Roseto degli Abruzzi che ora potrà dare nuova linfa all’economia cittadina  insediando attività produttive nei 9 ettari dell’autoporto,  situato a ridosso dell’autostrada. Una situazione fortemente voluta dall’attuale amministrazione  perché rappresentava uno dei problemi che da tanti anni affliggeva il comune costiero e non solo.

Sabatino Di Girolamo Sindaco di Roseto: “ Ringrazio quindi la Regione Abruzzo, il presidente D’Alfonso, il vice presidente Lolli, il sottosegretario D’Alessandro, delegato ai Trasporti,  e i consiglieri Monticelli e Mariani che mi sono stati vicino negli sviluppi di questa importantissima legge regionale. Ci sono già delle aziende interessate alle aree che ora sono finalmente sbloccate e sicuramente, in questo modo, riusciremo a dare una risposta alle pressanti domande di lavoro che arrivano, purtroppo ogni giorno, sul mio tavolo di sindaco di Roseto degli Abruzzi”.

“Il sistema integrato dei trasporti è molto cambiato negli ultimi anni”, ha sottolineato l’onorevole Tommaso Ginoble, “Sono soddisfatto di questa concertazione virtuosa tra i diversi livelli istituzionali che ha portato alla modifica della legge regionale con il recupero di zone di grandissimo pregio perché vicinissime all’autostrada. E’ chiaro che le ditte, quando trovano aree con queste caratteristiche, sono ben invogliate a insediarvisi. In questo modo, inoltre, non facciamo consumo inutile del territorio ma lo recuperiamo per creare lavoro. Un bravo, quindi, all’amministrazione comunale di Roseto che ha pervicacemente lavorato per questo risultato e altrettanto bravi alla Regione Abruzzo, a cominciare dal presidente D’Alfonso”.

“Questa legge”, ha detto il consigliere regionale Monticelli, aveva bisogno di una revisione, perché ce lo chiedevano gli operatori. Qui a Roseto ci sarà sicuramente un forte interesse perché c’è l’uscita autostradale a poche decine di metri, è un segnale importante che riusciamo a dare all’economia del territorio. Facendo un centro di aziende si lavorerà meglio sul territorio”.

“E’ una legge fondamentale”, aggiunge il capogruppo Pd al consiglio regionale Sandro Mariani, “per lo sviluppo sia economico che industriale di questo territorio e quindi con ricaduta occupazionale. Penso sia esattamente quello che la Regione debba fare per aiutare le singole realtà a superare la crisi economica ed è il più bel messaggio che possiamo dare”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

 

Sii il primo a commentare su "Roseto, nuove fabbriche nell’ex autoporto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*